Le piazze romane

piazza di spagnaIl turista non frettoloso che esce dalla Stazione Termini, e avanza nella grande piazza prospiciente e poi in una delle grandi strade radicali, rimane sempre più interessato e affascinato da case e mura costruite da artisti di ogni epoca. Accanto a un campanile romanico sorge un arco romano, e più avanti un severo e armonioso palazzo cinquecentesco strizza l’occhiolino a una chiesa barocca. Ricche fontane settecentesche si alternano con grandi basiliche, palazzi, parchi, giardini, colonne, archi e ruderi imponenti, e vecchi più di duemila anni. Ogni edificio ha un suo stile e una sua storia; questa varietà non può certo arrecare noia al turista, il quale vede una città che non si ripete mai e sempre si rinnova.

La particolarità di Roma sono proprio le sue piazze, qualcuna con il tempo è scomparsa, altre oramai fanno parte della storia. Da queste piazze è possibile ammirare panorami caratteristici della città che ogni giorno vengono frequentate dai turisti. In estate il popolo romano si riversa nelle piazze per cercare un po’ di refrigerio dall’afa notturna. Le piazze romane come quelle che si trovano nel quartiere di Trastevere, spesso si adornano d’importanti monumenti, per questo il visitatore non disdegna di fermarsi ad ammirare la loro bellezza e i negozi che vi si affacciano.

Una delle piazze più famosa della capitale è Piazza di Spagna, con la scalinata della Trinità dei Monti, stupenda opera architettonica del barocco romano. Sullo sfondo s’innalza la chiesa della Trinità dei Monti, iniziata nel 1495 per ordine di Carlo VIII. Sulla scalinata i ragazzi durante le sere estive, trovano il coraggio di dichiararsi alla propria amata. Attraversando la piazza si raggiunge Via Condotti, dove è rinomata in tutto il mondo per i suoi negozi di lusso: Tiffany, Dior, Valentino, Armani. E’ la via dello shopping firmato. A volte è un piacere soltanto passeggiare lungo questa strada e ammirare le meravigliose vetrine, sognando di indossare un gioiello o un abito esposto in vetrina.

Da Piazza di Spagna, attraversando Via del Babbuino si arriva a Piazza del Popolo, dove c’è la Basilica Parrocchiale Santa Maria che custodisce la “Crocifissione di San Pietro” e la “Conversione sulla via di Damasco”, due opere di Caravaggio presenti nella cappella Chigi. Imboccando il Corso ci si può dedicare allo shopping.

Spostandosi con la metro si scende a Barberini, qui c’è un’altra importante piazza: Piazza Barberini. Al centro c’è la Fontana del Tritone, è sicuramente una delle più suggestive fontane della capitale. Dopo aver scattato qualche foto, si può andare a prendere un gelato o un aperitivo a Via Veneto, altrimenti ci sono in zona molti locali dove sostare. Se si vuole consumare un pranzo spendendo poco, è possibile incontrare qualche osteria locale dove è possibile gustare i piatti tipici della cucina romana.
piazza navonaPer chi ama la mondanità la passeggiata comincia a Campo de Fiori. La piazza ospita il mercato all’aperto, mentre la sera offre ristoranti e bar per intrattenere i romani e i turisti. I giovani animano le serate estive e regalano molta vivacità alla piazza, in contrasto con la statua di Giordano Bruno morto proprio lì sul rogo. Se si attraversa Corso Vittorio Emanuele si arriva a Piazza Navona, che ritorna in possesso dei romani solo nel periodo di Natale e della Befana, perché per i restanti giorni dell’anno viene presa d’assalto dai turisti. La piazza è circondata da tavoli all’aperto, ristoranti, gelaterie e negozi vari. Nelle vicinanze c’è la Chiesa di San Luigi dei Francesi dove è possibile ammirare i dipinti di Caravaggio. Proseguendo con la passeggiata si arriva a Piazza della Rotonda, dove s’erge il Pantheon, il tempio che i romani dedicarono a tutti gli dei. Il monumento è privo di finestre, il suo interno è illuminato da una grande porta, che rappresenta l’unica entrata di luce, oltre al foro al centro della cupola.

San Pietro per antonomasia rimane però la piazza che abbraccia tutto il mondo, una delle più belle creazioni dell’arte rinascimentale. La Cupola di San Pietro è una maestosa e superba opera architettonica, fu ideata e progettata da Michelangelo, il quale seguì i lavori dal 1546 al 1564. La cupola venne terminata 25 anni dopo da Giacomo della Porta e Domenico Fontana. Quando ci sono le udienze del Papa, il mondo s’incontra a Piazza San Pietro che non è solo un’attrattiva turistica, ma un luogo mistico e di preghiera. Insieme al Colosseo questa piazza non manca mai nell’itinerario turistico della capitale.